Quasi tutto pronto per Cheese 2017

Quasi tutto pronto per Cheese 2017

Bra (Cn) - Manca poco più di un mese all'inizio di Cheese, la rassegna biennale dedicata al mondo dei formaggi, organizzata da Slow Food, che si svolgerà come di consueto a Bra. La principale novità organizzativa della rassegna riguarda il numero di delegati presenti, che saranno oltre cento quest'anno. Come di consueto, gli organizzatori hanno chiesto agli abitanti dei comuni limitrofi a Bra di poter ospitare i delegati provenienti da diverse parti del mondo. Un modo ideale per aiutare i delegati ad inserirsi nel contesto della manifestazione di Bra, facendo conoscenza degli abitanti del luogo.

Anche quest'anno, Slow Food lancerà una sua "battaglia" che animerà la maggior parte degli incontri e dei dibattiti della manifestazione. Quest'anno si tratta della difesa dei formaggi prodotti con il latte crudo, sinonimo di qualità nei Paesi dell'Unione Europea, ma non considerato allo stesso modo in l'arte parti del mondo, dove viene visto come "pericoloso". Molti produttori di questi Paesi, tra cui quelli balcanici e l'Australia, sono costretti a pastorizzare il latte, facendo perdere al prodotto finale le sue peculiarità. L'idea del responsabile scientifico di Cheese, Piero Sardo, é quella di lanciare dei veri e propri "Stati Generali del Latte Crudo" per sostenere i produttori di questi Paesi a resistere, provando a convincere i governi locali a cambiare le legislazioni vigenti per salvaguardare le tipicità locali.

Non mancheranno, ovviamente, anche le degustazioni e gli incontri aperti al pubblico. La missione di Cheese é proprio  questa, unire un pubblico di operatori del settore e di appassionati del buon cibo in un'unica grande location dove degustare ma anche riflettere e fare il punto della situazione sulle istanze portate avanti nelle scorse edizioni. Dal 15 al 18 settembre, infatti, si tornerà a parlare anche delle antiche istanze portate avanti da Slow Food, come quella sui formaggi DOP prodotti con il latte in polvere, provvedimento finora congelato almeno nell'Unione Europea.

Cheese, dunque, torna, e come nelle scorse edizioni sarà davvero notevole il numero di persone presenti a Bra nel corso della manifestazione . Sarà importante, dunque, gestire bene questo flusso dal punto di vista della sicurezza, incentivando, come nelle scorse edizioni, l'utilizzo delle navette e del treno per raggiungere Bra. Se questo aspetto migliorasse rispetto alle scorse edizioni (in cui questi mezzi "alternativi" non erano così frequenti), Cheese risulterebbe davvero un evento perfetto sotto ogni punto di vista. La nostra rivista, in ogni caso, sarà presente alla ricerca di realtà piccole e poco conosciute da far crescere. Luigi M. D'Auria

 

I formaggi molisani saranno protagonisti a Cheese 2017

(Foto: Sebastiano Spina)